spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Home arrow News arrow Cibo e sesso, sinergia vincente arrow Cibo e sesso, sinergia vincente
Cibo e sesso, sinergia vincente PDF Stampa E-mail
Scritto da Paolo Palmas   
sabato 06 febbraio 2016
Il buon sesso si combina Imagecon attenzione a tavola ed alimentazione corretta; è quanto emerge da numerose ricerche scientifiche che hanno dimostrato la stretta relazione tra una condotta nutrizionale sana e bilanciata ed il benessere sessuale.
Al di là dell’influenza psicologica (si pensi per esempio ad una cena romantica preludio di una notte di fuoco, o viceversa alle sindromi depressive o ai disturbi del comportamento alimentare, in particolare l’anoressia, spesso associati ad incapacità ad avere rapporti con il partner), cibo ed eros stimolano biologicamente aree cerebrali molto vicine tra loro; ecco perché mantenere parametri metabolici nella norma, un peso adeguato, avere un buon profilo lipidico e scegliere una dieta a basso impatto infiammatorio aiuta certamente ad avere un buona funzionalità sessuale, anche dal punto di vista biologico. In questa direzione si collocano per esempio i numerosi lavori scientifici che evidenziano una sensibile compromissione dell’attività sessuale in soggetti in forte sovrappeso o francamente obesi (Public Health Nutr. 2006 Dec; 9(8A): 1118-1120).
Pur non esistendo “cibi afrodisiaci”, è altresì vero che esistono sostanze alimentari in grado di sostenere la vasodilatazione nell’uomo, migliorandone quindi la performance sessuale, e agenti nutrizionali invece più tipicamente “femminili”, capaci, per esempio, di aumentare il rilascio di endorfine nella donna o stimolarne la secrezione vaginale.
Per gli uomini libertà quindi alla capsaicina del peperoncino, all’allicina dell’aglio ed alla citrullina dell’anguria, tutti agenti favorenti la produzione di ossido nitrico, un potente vasodilatatore; la vitamina B6 contenuta nelle carni e nei cereali integrali stimola la produzione degli ormoni sessuali, mentre i betacaroteni contenuti nei vegetali rosso-arancio nutrono i genitali. Molto importanti gli oligoelementi, in particolare zinco e selenio, in grado di aumentare la libido e rivitalizzare gli spermatozoi.
Per la donna avena, cioccolato amaro e molte spezie, tra cui cannella, zafferano e zenzero, contribuiscono ad aumentare il desiderio sessuale, rilassano il sistema nervoso anche a livello genitale e stimolano la circolazione sanguigna, ostacolando così eventuali problemi di frigidità.
Oltre a queste indicazioni generali, è comunque auspicabile per entrambi i sessi adattare la condotta nutrizionale in funzione delle singole necessità individuali; ecco perché la programmazione personalizzata dello stile alimentare (anche attraverso la valutazione di possibili intolleranze personali e al miglioramento della risposta ormonale) può essere decisiva anche per raggiungere una buona sessualità.
 
Paolo Palmas
Naturopata Nutrizionista, Resp. Nutrigroup
 
spacer.png, 0 kB

Cerca nel sito

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

Newsletter






spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB